fbpx

Il gusto metallico: perché compare in gravidanza?

Il gusto metallico: perché compare in gravidanza?

Durante il primo trimestre, alcune future mamme avvertono un fastidioso gusto metallico in bocca. È come se tenessero una monetina sempre in bocca o stessero leccando un oggetto di metallo. Dopo aver bevuto un bicchiere d’acqua, la sensazione si fa più forte e aggiunge un retrogusto asprigno a tutto ciò che ti mangia.

Il fenomeno si chiama disguesia e può essere sintomo di diabete, insufficienza epatica, insufficienza renale. Oppure, può essere sintomo di una gravidanza in corso. In quest’ultimo caso, non c’è niente di cui avere paura.

  1. Cosa causa il sapore metallico

Il sapore metallico che si avverte è provocato dai picchi ormonali tipici della gravidanza. La causa principale sono gli estrogeni, i cui livelli aumentano in gravidanza e che modificano il modo in cui percepiamo odori e sapori. Sapori e odori un tempo piacevoli diventano insopportabili e, viceversa, si apprezzano cibi astrusi.

La disguesia ha esattamente la stessa causa, anche se tende ad essere un po’ più fastidiosa.

L’altra causa del gusto metallico, oltre alla disguesia provocata dagli ormoni, è la ritenzione idrica. In gravidanza si accumula più acqua, la pressione si abbassa, aumentano edemi e gonfiori. Spesso tutto questo provoca fastidi alle gengive, che sanguinano e lasciano un gusto metallico in bocca.

In entrambi i casi, hai poco di cui preoccuparti: la sensazione di metallo in bocca è un fenomeno così comune, da essere considerata un vero e proprio sintomo precoce di gravidanza. Conviene comunque parlarne con il medico.

  1. Rimedi contro la disguesia

Se causata solo dai normali sbalzi ormonali, la disguesia dovrebbe passare nell’arco del primo trimestre. Nel mentre, se ne possono attenuare i sintomi con qualche piccolo trucco.

Per eliminare il sapore metallico, si consiglia di mangiare cibi acidi come mele verdi e sottaceti; anche i cibi dal sapore forte coprono il metallo in bocca, come lo zenzero e la liquirizia. Bisogna però stare attente a non esagerare: troppo zenzero e troppa liquirizia sono dannosi in gravidanza. Meglio orientarsi su tisane a base di arancia e menta o su cubetti di ghiaccio aromatizzati con il limone.

Infine, l’igiene orale è sempre fondamentale. Lavarsi i denti dopo ogni pasto e usare il filo interdentale riduce il rischio di infiammazioni delle gengive. In più, stimola la salivazione e lascia il gusto del dentifricio in bocca.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: