fbpx

Come essere body positive e l’accettazione possono aiutare in gravidanza

Come essere body positive e l’accettazione possono aiutare in gravidanza

Uno degli aspetti più critici della gravidanza è il mondo in cui cambia il corpo della donna, spesso in modo duraturo. Durante i nove mesi, il seno diventa più grande, aumenta il grasso corporeo, il ventre “esplode”. Dopo il parto, quei chiletti di troppo non ne vogliono sapere di andarsene e le smagliature diventano un ricordo permanente dell’esperienza.

Il movimento body positive e l’accettazione del proprio corpo servono proprio ad affrontare queste situazioni.

  1. Cos’è la body positivity

Il movimento della body positivity nasce negli Stati Uniti, tra il 2010 i il 2011. Molte persone lo confondono con il movimento della fat acceptance, cui in effetti è molto legato, ma in realtà ha un significato più ampio.

L’obiettivo della body positivity è portare l’attenzione sui corpi “diversi” – che spesso così diversi non sono – ricchi di imperfezioni eppure belli a modo loro. In questo modo si vogliono abbattere i canoni predefiniti imposti dalla società e spacciati dai media come la norma: ventre sempre piatto, seno abbondante ma alto, cosce lunghe e senza un filo di cellulite.

In realtà, questi canoni sono tutt’altro che normali. Spesso sono impossibili da raggiungere, se non a costo di enormi sacrifici e avendo una certa predisposizione generica

2. Perché è così importante durante e dopo la gravidanza

Durante e dopo una gravidanza è normale che il corpo di una donna cambi anche in maniera radicale. A volte si riesce a tornare alla forma fisica precedente in fretta, con relativa facilità. Molto più spesso, questo non accade e i chili accumulati rimangono dove sono anche per anni. 

Alcune donne soffrono profondamente per queste piccole e normalissime imperfezioni. Guardano i modelli presentati dai media e si sentono brutte, fatte male, sbagliate. Con il tempo, questo può portare a sviluppare un malessere profondo che va oltre il semplice “non piacersi”.

Il messaggio della body positivity è forte e chiaro, in tal proposito: “vai benissimo così come sei”. È legittimo lavorare per recuperare la forma fisica precedente, ma non deve diventare un motivo di malessere. La priorità è prenderti cura di te stessa e del tuo bambino, al di là di quello che dice la bilancia: amati e goditi questi momenti. 

Anche con le smagliature o la pancetta, sei comunque bellissima.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: