fbpx

Tumore al seno e gravidanza: via libera da una ricerca del Policlinico di Genova

Tumore al seno e gravidanza: via libera da una ricerca del Policlinico di Genova

Una buona notizia arriva dalla ricerca svolta all’Ospedale Policlinico San Martino di Genova i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista americana Journal of Clinical Oncology. Lo studio, coordinato dal dott. Matteo Lambertini, medico e ricercatore presso la Clinica di Oncologia Medica, il Dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche dell’Università degli Studi di Genova, ha messo in luce come la gravidanza in donne che hanno sviluppato in passato un tumore alla mammella e sono  portatrici della mutazione BRCA1 non abbia conseguenze negative nè sul neonato nè sulla mamma.

Lo studio è stato sviluppato in collaborazione con 29 centri europei, americani e israeliani ed è la notizia che tante donne stavano aspettando: In Italia ogni anno oltre 53.000 le donne sono colpite da carcinoma mammario, circa 3500 di queste sotto i 40 anni; il 10% di queste sono portatrici della mutazione genetica Brc1.

Normalmente alle donne con questa mutazione genetica che hanno un pregresso carcinoma mammario viene sconsigliata la gravidanza per timore di recidive o di effetti negativi sul feto.

“L’idea di condurre questo studio è nata proprio dall’assenza di evidenze scientifiche – spiega Matteo Lambertini – per poter rassicurare queste pazienti e i loro medici curanti su un tema così importante. Lo studio – prosegue – è stato condotto grazie anche ai fondi del 5×1000 destinati al Policlinico, e ha permesso di raccogliere dati da tutto il mondo per oltre 3 anni su 1.252 donne con mutazione genetica BRCA e diagnosi di carcinoma mammario prima dei 40 anni. Di queste pazienti, negli oltre 8 anni di follow-up, 195 hanno avuto una gravidanza dopo il completamento delle cure oncologiche. Lo studio ha dimostrato chiaramente che avere una gravidanza è sicuro sia per la madre sia per i neonati. Non è, infatti, stato osservato alcun peggioramento della prognosi per le pazienti che hanno avuto una successiva gravidanza; inoltre, il tasso di complicanze della gravidanza e di anomalie congenite sono risultati sovrapponibili a quelli attesi nella popolazione generale”. Articolo originale: https://telenord.it/gravidanza-sicura-anche-dopo-tumore-al-seno-lo-studio-del-s-martino-di-genova

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: