fbpx

Se si aspettano dei gemelli

Se si aspettano dei gemelli

Avere dei gemelli è un evento sempre raro anche se più frequente rispetto ad una quindicina d’anni fa (una nascita su cento è gemellare). La spiegazione è semplice: da un lato bisogna considerare l’aumento dell’età media delle madri, che corrisponde alla crescita parallela della concentrazione di un ormone (Fsh) responsabile della maturazione dell’ovulo: di conseguenza più ovuli vengono predisposti alla fecondazione. D’altro canto, sono più numerose le donne che devono ricorrere alla stimolazione ormonale per indurre l’ovulazione, compresi i casi di fecondazione assistita: anche in questi casi, è maggiore la probabilità che più di una cellula-uovo sia pronta per essere fecondata.

Perchè nascono più “falsi” gemelli?

I gemelli, come si sa, sono di due tipi: quelli identici, per sesso e somiglianza, e quelli che si assomigliano soltanto come fratelli e che , spesso, sono di sesso diverso. La seconda probabilità è tre volte più frequente della prima.

Anche in questo caso la spiegazione è semplice: i gemelli identici, infatti, si sviluppano da un solo ovulo fecondato che, ai primissimi stadi di divisione delle cellule, forma due piccoli aggregati invece di uno solo. Per questo vengono chiamati anche monovulari o monozigoti; la placenta è spesso unica e, siccome il loro corredo di cromosomi è uguale, essi saranno non soltanto dello stesso sesso, ma a volte tanto simili da non poter essere facilmente distinti.
Gli altri gemelli nascono invece da due ovuli, fecondati da due spermatozoi diversi.
In questo senso vengono chiamati biovulari o dizigoti; la loro combinazione cromosomica sarà quindi differente e non sempre saranno dello stesso sesso; la placenta è doppia e doppio anche il sacco amniotico, ciò che non sempre si verifica nei gemelli monovulari. Che si sia in attesa di gemelli è dunque un evento da conoscere al più presto perché questa gravidanza richiede più attenzioni, da parte del medico e della mamma stessa. Alcuni segnali sono indicativi, ma la certezza viene soltanto dall’ecografia, che già alla 5 – 6 settimana dà il suo responso positivo. Il sospetto viene prima di tutto dai disturbi della gravidanza, che nel caso di gemellarità sono molto più intensi: nausea e vomito sono più forti, per esempio e , alla visita, il ginecologo nota un utero più grosso rispetto a quanto si attende da una gravidanza semplice. Proseguendo nei mesi, proprio la dimensione maggiore dell’utero accentuerà i disagi tipici, come lo stimolo a urinare, la spossatezza, il senso di pesantezza alle gambe (con un maggior rischio di vene varicose), l’affanno, da combattere riposando di più e cercando di tenere il più possibile le gambe sollevate. Anche l’insonnia è sovente compagna della futura mamma di gemelli, soprattutto alla fine della gravidanza. Il consiglio di dormire sdraiate sul fianco, utilizzando piccoli cuscini per sostenere il peso del pancione è una buona ancora di salvezza. Dal punto di vista estetico, va posta maggior cura alla possibilità di smagliature, dovute a un maggior dilatazione dei tessuti.

Si devono raddoppiare i controlli e le precauzioni!

Dal punto di vista medico, sarà fatta presente alla mamma la necessità di più controlli , per verificare che tutti i diversi parametri si mantengano normali; a cominciare dal livello di ferro nel sangue, che deve garantire l’apporto di ossigeno a due bambini e , quindi , ne sottrae in maggior quantità alla mamma. Sarà controllata più spesso la pressione del sangue, il peso della mamma, l’eventuale eliminazione di albumina (una proteina) con le urine. Ancora, il medico valuterà con attenzione se il collo dell’utero della mamma è abbastanza forte da reggere il peso di una doppia gravidanza, altrimenti procederà al cerchiaggio. Anche l sport, in una gravidanza gemellare va praticato con precauzione, preferendo le passeggiate o il moto (anche in piscina); ai corsi di preparazione al parto, l’istruttore va avvertito : sceglierà esercizi adatti al caso.
A questo proposito, è bene anticipare l’iscrizione : spesso, infatti, i gemelli nascono prima rispetto alla data di una gravidanza normale, semplicemente perché il peso dei bambini stimola molto il collo dell’utero e le loro dimensioni sono tali da indurre il travaglio prima del tempo. Il parto di due gemelli deve prevedere il taglio cesareo soprattutto se il bambino che nasce per secondo non è riuscito a mettersi a testa in giù, impedito dal fratellino. Comunque nella gran parte dei casi, si porta a termine un parto normale, che dura semmai 15 a 30 minuti in più.

E’ indispensabile però che la mamma sia ricoverata in un ospedale attrezzato per parti gemellari, cioè pronto a far fronte a ogni necessità dei neonati.

A cura del Dott. Salvatore Pollina

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: