fbpx

I miei primi 40 giorni da mamma, il nuovo libro

I miei primi 40 giorni da mamma, il nuovo libro

“Vedrai che passati i primi 40 giorni sarà tutto più facile!”  

Questa frase che suona quasi come un mantra, le puerpere se la sentono ripetere spesso. Ma che succede in questi quaranta giorni durante i quali i genitori, e in modo particolare la mamma, devono prendere le misure con la nuova vita e fare i conti con gli ormoni in preda a frenesie e la mente intrippata in lunghi viaggi?

Il momento in cui si torna a casa con un neonato è un evento straordinario nella vita di una donna e l’esperienza più bella che una coppia possa mai fare. Quello di cui si parla poco, però, sono le difficoltà, le incertezze e le novità che la neomamma dove affrontare con l’arrivo del bebè. 

Classico di questo periodo è che vengono tutti far visita ai neo genitori, anche parenti lontani che non si vedevano da anni. Ma è proprio questo periodo in cui la mamma sente maggiormente la necessità di riposare e dormire. La donna nei primi quaranta giorni da mamma deve imparare ogni cosa tra cui interpretare i vari tipi di pianto e l’accettazione che non può fare tutto da sola, ma accettare ogni aiuto senza remore come, ad esempio, pranzi pronti e  camicie stirate.

Tante sono poi le domande che le neomamme si pongono: “Perché mi sento così felice e allo stesso tempo così esausta? Quanto ci vorrà per tornare alla normalità? È meglio che allatti il mio bambino al seno? Come faccio a sapere se ha mangiato abbastanza?”

Un ottimo aiuto ai neo genitori per conoscere tutto quello che è bene sapere sulle prime settimane dopo il parto ci ha pensato CHERYL R. ZAUDERER che ha raccolto nel libro: “I MIEI PRIMI 40 GIORNI DA MAMMA” la sua esperienza di infermiera-ostetrica e infermiera qualificata in ambito psichiatrico.

Nella presentazione di questo libro Alessandra Graziottin afferma che “I miei primi 40 giorni da mamma”  risponde al profondo bisogno della puerpera di non sentirsi sola in quel delicato periodo in cui esplora la sua esperienza di maternità. 

I miei primi 40 giorni da mamma fornisce una ampia panoramica sugli aspetti del post partum, dagli stravolgimenti fisici a quelli emotivi, dall’allattamento all’alimentazione, dalla sessualità ai disturbi del tono dell’umore.

L’obiettivo di questo libro, di 264 pagine, è far  sentire  la  donna  compresa  nei molti momenti difficili e nella  difficoltà  ad accettare i cambiamenti, fisici ed emotivi, che avvengono nel suo corpo, non solo dal punto di vista biologico ma soprattutto psico-emotivo.

I MIEI PRIMI 40 GIORNI DA MAMMA scritto da CHERYL R. ZAUDERER e presentata da  Alessandra Graziotti, fa parte della Collana Psicologia della maternità. Studi, modelli e proposte di intervento in ambito perinatale sono stati diretti da Pietro Grussu e Rosa Maria Quatraro.

L’obiettivo della Collana è quello di creare una cultura intorno alla perinatalità e alla maternità per meglio comprendere i cambiamenti e le difficoltà che comportano e le eventuali sofferenze che possono creare nella donna, ma anche nell’intera famiglia.

Cheryl  R. Zauderer, è infermiera qualificata in ambito psichiatrico ed ex infermiera-ostetrica (Psychiatric Mental Health Nurse Practitioner and former Nurse-Midwife). Per anni ha svolto consulenza privata a donne con depressione post partum, disturbi dell’umore perinatale e altri problemi correlati. Attualmente è Preside Associato presso l’Hunter College di New York City, dove supervisiona i corsi per infermieri professionali, i master e post-master in Infermieristica.

Pietro Grussu è psicologo psicoterapeuta e specialista in Psicologia clinica. È Dirigente referente dei Consultori Familiari e Responsabile del Centro di Eccellenza Nazionale ONDa dei «Servizi integrati per la depressione perinatale» del Distretto Padova Sud, Azienda ULSS 6 Euganea, Regione Veneto. È fondatore e Vicepresidente della Società Marcé Italiana per la Salute Mentale Perinatale. 

Rosa Maria Quatraro è psicologa psicoterapeuta e specialista in Psicologia clinica. Svolge attività clinica, di ricerca e di formazione nell’ambito della psicologia e della psicopatologia perinatale. È Segretario della Società Marcé Italiana per la Salute Mentale Perinatale, membro di International Marcé Society e Responsabile clinico di Maternità in difficoltà.

(www.maternitaindifficolta.it).

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: