fbpx

Prestazioni ostetriche e ginecologiche ai tempi del coronavirus

Prestazioni ostetriche e ginecologiche ai tempi del coronavirus

In questi momenti difficili, causati dal COVID-19, capire quali prestazioni ambulatoriali possono essere svolte è molto importante.
Nell’ultima nuova circolare del Ministero della Salute sulla “Direzione Generale della Programmazione Sanitaria” si precisa che tutte le attività programmate in ambito oncologico sono da includere nelle attività non procrastinabili, cioè che non possono essere rinviate, insieme a delle attività programmate volte alla tutela della salute materno-infantile.
Inoltre si raccomanda, alle future mamme, l’esecuzione dei Corsi di accompagnamento alla Nascita esclusivamente in modalità on line.

Quali sono le prestazioni indifferibili sia in ambito ostetrico che ginecologico?

Ostetricia

1. Esami ematochimici previsti nell’allegato 10.B DPCM 12.1.17 

2. Prima visita ostetrica da eseguirsi entro la 12 settimana come da linea guida ISS per la gravidanza fisiologica 

3. Visite ostetriche urgenti per: contrazioni uterine, minaccia di aborto, minaccia di parto pretermine 4. Test di screening delle aneuploidie test combinato (se previsto dal SSR) 

5. Ecografia Ostetriche I° Trimestre 

6. Ecografia V mese morfologica 

7. Ecografie Ostetriche III° Trimestre solo se sussistono fattori di rischio quali diabete gestazionale, ritardo di crescita, pregresso taglio cesareo, ipertensione etc . 

8. Ambulatorio Gravidanza a Rischio Ospedaliero (dove verranno effettuate visite ed ecografie ostetriche) 

9. Diagnosi Prenatale (villocentesi, amniocentesi, esami correlati) 

10. Monitoraggio del benessere fetale (cardiotocografia…) 

11. Tampone vagino-rettale ricerca SGB a 37 settimane 

12. Prelievi microbiologici per sospetta infezione vulvo-vaginale 

13. Garantire tecniche farmacologiche e non farmacologiche per il controllo del dolore in travaglio 

14. Visita post-partum 

15. Consulenza psicologica se sussistono fattori di rischio per gravida o puerpera 

Ginecologia

1. Certificato interruzione volontaria di gravidanza con ecodatazione 

2. IVG (Interruzioni volontarie di gravidanza) 

3. Visite ginecologiche per: Perdite ematiche anomale, Emorragie, Algie pelviche significative, Infezioni vulvo vaginali acute 

4. Ecografia ginecologica per sospetto oncologico 

5. Screening colpo-citologico di II° livello per pazienti ad aumentato rischio di K portio (H SIL, AGC etc)

6. Isteroscopie per sospetto oncologico 

7. Procedure di PMA (Procreazione medicalmente assistita) esclusivamente per pazienti già in trattamento che devono effettuare prelievo ovocitario ed embriotransfer 

8. Interventi chirurgici ginecologi per patologia oncologica

    Cara Amica, vuoi ricevere il nostro menu mensile e tutte le novità sulla gravidanza e il benessere di gravidanzafelice? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter!





    Dott.ssa Federica Borroni

    Fonte:
    Circolare Ministero della Salute del 30/03/2020
    0008076-30/03/2020-DGPROGS-MDS-P, Ministero della Salute

    Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: