fbpx

Come utilizzare gli oli essenziali in gravidanza

Come utilizzare gli oli essenziali in gravidanza

Nei nove mesi più interessanti del nostro percorso di vita dove nella successione dei cambiamenti biologici si fanno spazio dentro di noi le emozioni con gli ormoni che la fanno da padrona, saper gestire, vivere, assaporare questo tempo in modo da far restare in noi un esperienza meravigliosa.
La dove si crea un disturbo emozionale o fisico giungono in sostegno gli oli essenziali, utilizzati con la massima cautela, ci aiutano in un infinità di piccoli disagi quotidiani. Mal di testa ,sbalzi di umore ecc…
Prima di tutto la scelta dell’olio essenziale. Deve essere un olio per uso alimentare, (NO ESSENZE che si utilizzano solo per diffusori) tutto ciò che utilizziamo sulla nostra pelle entra nelle nostre cellule quindi molta attenzione alla scelta. Gli oli possono essere utilizzati sia puri che in diluizione in oli vettore.

In questo articolo adopererò solo oli adatti alla gravidanza e parto.

    Cara Amica, vuoi ricevere il nostro menu mensile e tutte le novità sulla gravidanza e il benessere di gravidanzafelice? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter!





    Oli utilizzabili in gravidanza lavanda, neroli, mandarino diluiti con oli vettore
    50ml di olio vettore (olio di mandorle , olio di jojoba, oppure una crema con base neutra)
    10 gocce di olio essenziale di vostra scelta.

    Oli essenziale di lavanda: rigenerante del sistema nervoso , calmante emozionale e per chi si sente giù dimorale, in caso di malinconia nervosismo,ansia, astenia, insonnia, irrequietezza, attacchi di panico, traumi psicologici. Bilancia tutti gli eccessi.
    Ottimo per artriti,mialgie,eczema, ustioni.

    Olio essenziale di neroli: protettivo delle emozioni del cuore, armonizza l’affettività, ottimo per chi soffre di insonnia e agitazione notturna. Rafforza la creatività, favorisce l’armonizzazione tra amore fisico e spirituale. Rimedio di pronto soccorso per riequilibrare lo stato d’animo in caso di traumi e incidenti.
    Utilizzato in caso di emorroidi, varici, smagliature.

    Olio essenziale al mandarino: ottimo per armonizzare la madre con il nascituro per sciogliere i nodi karmici, oli calmante e rilassante indicato per ansia ,nervosismo, stress.
    Utilizzato in caso di ritenzione idrica e obesità, cicatrici.

    Oli essenziali per facilitare il parto salvia, cannella,
    si utilizzano per inalazione qualche goccia in un fazzoletto. Oppure diluito in oli vettore
    30ml 8 gocce , massaggio perineale a partire dalla 37 settimana.

    La mia esperienza in gravidanza con gli oli essenziali … il famoso test positivo, gravidanza problematica fin dall’inizio con nausea e vomito, ormoni impazziti, che
    dire si prospettava uno spettacolo di periodo. Mmm… sbalzi d’umore , alterazione dell’olfatto diventata una donna segugio, mancanza totale di appetito. Fortunatamente le conoscenze degli oli già erano insite in me, utilizzando fin dal principio gli oli essenziali ho trascorso tranquillamente i mesi successivi con una gestazione terminata alla 39 settimana, con un parto naturale. A tutt’oggi queste gocce mi accompagnano in ogni problema di vita.

    Quindi oggi fatevi una bella coccola, ma ricordatevi che gli oli essenziali in gravidanza vanno usati con cautela, poiché possono influire sulle funzioni dell’organismo e del sistema nervoso!

    *  Ulteriori informazioni e utilizzi sono da rimandare agli esperti in aromaterapia, sconsigliato il fai da te

    Operatrice del benessere bio-naturale, consulente olistica specializzata in Energetica, Naturopata, www.tizianabuttari.com, 349-3140382.

    Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: