fbpx

L’importanza della placenta

L’importanza della placenta

La placenta è un organo fondamentale durante la gravidanza ma continua ad esserlo anche dopo che il bimbo è nato. Vediamo perché:
La placenta si forma nel ventre materno ed è fondamentale durante tutta la gravidanza per svolgere le funzioni indispensabili alla vita del feto, quali:

  • Ossigenazione
  • Apporto di sostanze nutritive
  • Eliminazione dell’anidride carbonica e delle scorie metaboliche
  • Funzione ormonale

E’ di forma ovale o circolare ed è un organo dalla duplice origine.

Origine materna: è costituita dall’endometrio trasformato durante la gravidanza; origine fetale: è costituita dai villi coriali, prolungamenti generati dalle cellule embrionali più esterne del corion.
E’ un organo temporaneo ovvero si sviluppa durante la gravidanza e viene espulsa dopo il parto in seguito alla nascita del bambino. Proprio per il suo compito fondamentale è stata ampiamente studiata e i suoi benefici non si limitano al periodo di gestazione ma anche molto oltre:

  • La placenta è fonte di cellule staminali!

Cosa sono le cellule staminali? Sono cellule indifferenziate che possono formare tutte le cellule che costituiscono l’organismo: cellule del sangue, muscolari, nervose ecc..
Le cellule staminali sono state isolate da diverse fonti e proprio in base alla loro origine si possono dividere in:

  1. Cellule staminali embrionali: sono totipotenti, possono dare origine a qualsiasi tessuto, quindi ricreare un intero organismo ma questo tipo di cellule esiste solo durante le primissime fasi dello sviluppo embrionale. Per questo incontrano problemi etici per quel che riguarda il loro utilizzo: Le cellule staminali embrionali sono isolate partendo da embrioni prodotti durante le fecondazioni in vitro.
  2. Cellule staminali adulte: la maggioranza delle cellule staminali adulte sono multipotenti e sono presenti nel corpo di ogni essere umano, possono quindi essere isolate dai tessuti dell’individuo dopo la nascita.
  3. Cellule staminali fetali: sono ottenute dal liquido amniotico o dalla placenta e i suoi annessi. Non introducono quindi problemi etici in quanto non prevedono la distruzione dell’embrione e vengono raccolte o dopo la nascita del bambino oppure durante interventi diagnostici di routine. Possono differenziarsi in numerose linee cellulari, tra cui quelle del tessuto osseo, muscolare, nervoso, cartilagineo e del sangue.

Scegli in maniera consapevole e conserva le cellule staminali placentari al momento del parto!

Le ricerche attuali dimostrano che le cellule staminali possono essere utilizzate nelle terapie standard o in molteplici terapie sperimentali per riparare o rigenerare tessuti e organi danneggiati. Le cellule staminali da placenta, in caso di bisogno, sarebbero perfette per il tuo bambino poiché eliminano il rischio di rigetto.

La conservazione, come funziona?

  • Il parto è l’unico momento in cui puoi decidere di conservare le cellule staminali derivate dalla placenta.
  • Il primo passo da fare consiste nel richiedere all’assistenza clienti Famicord il
    “kit di prelievo della placenta” che vi verrà spedito direttamente a casa e che dovrete portare in ospedale al momento del parto.
  • Il prelievo è molto semplice e del tutto non invasivo. Viene eseguito dopo il parto, dopo che il bimbo è nato ed il cordone ombelicale reciso. L’ostetrica riporrà la placenta nel contenitore apposito che costituisce il kit di raccolta fornito da Famicord. 
  • A raccolta avvenuta vi basterà chiamare il numero Famicord a voi dedicato, per attivare il ritiro della placenta presso la vostra stanza d’ospedale.
  •  Il corriere specializzato provvederà poi a recapitare il tutto ai laboratori Famicord.
  • All’interno della placenta vi sono i villi coriali, che costituiscono la parte embrionale della placenta e sono ricchi di capillari che contribuiscono agli scambi di ossigeno e anidride carbonica, nutrienti e materiali di scarto tra mamma e feto. In essi c’è un’alta concentrazione di cellule staminali mesenchimali.

Nel laboratorio Famicord i campioni di cellule staminali mesenchimali placentari vengono conservati in tutta sicurezza alla temperatura di -196°C e saranno a vostra disposizione in caso di bisogno, per tutto il periodo di conservazione!

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: