fbpx

Come richiedere il bonus per i dispositivi anti-abbandono in auto

Come richiedere il bonus per i dispositivi anti-abbandono in auto

Dal 7 novembre 2019, per i genitori con bambini di età inferiore a 4 anni, la legge prevede l’obbligo di attrezzare i seggiolini in auto di dispositivi “anti-abbandono”. 

Il dispositivo anti-abbandono deve essere accompagnato da un certificato di conformità rilasciato dal produttore ed è previsto un contributo di 30€ per ciascun sistema di allarme acquistato.

Dal 20 febbraio 2020 è possibile richiedere il contributo entrando nella piattaforma https://www.bonuseggiolino.it/bonuseggiolino/#/beneficiario/homePagee inserendo le credenziali SPID (Sistema pubblico di identità digitale); il rimborso vale anche per i dispositivi “anti-abbandono” acquistati in precedenza, previa compilazione dell’apposito modulo e allegando lo scontrino o la ricevuta fiscale.

Dal 6 marzo 2020, per gli automobilisti che non hanno ancora installato il sistema anti-abbandono accompagnato dal certificato di conformità rilasciato dal produttore, inizieranno le sanzioni che possono variare dagli 83 ai 333 euro (che si riducono a 58 e 100 euro se si paga entro cinque giorni) con sottrazione di 5 punti dalla patente; se si commettono due infrazioni in 2 anni scatta la sospensione della patente da 15 gg a due mesi; per i dettagli: (http://www.mit.gov.it/comunicazione/news/seggiolini-antiabbandono).

Norauto, il gruppo leader europeo nel settore degli accessori e della manutenzione dell’auto, nonché attento ai bisogni degli automobilisti, non poteva esimersi dal facilitare il compito a mamme e papà che hanno il dovere di proteggere i loro bimbi in auto, e ricordare che se a bordo dei veicolo ci sono bambini di età inferiore a 4 anni è obbligatorio il dispositivo anti-abbandono che rileva la presenza del bambino sul seggiolino.

I dispositivi per essere in regola devono:

  • attivarsi automaticamente senza che il conducente compia ulteriori azioni;
  • devono dare un segnale di conferma di avvenuta attivazione;
  •  in caso di abbandono, devono attivarsi con segnali visivi e acustici o visivi e di vibrazione; 
  • i segnali devono essere percepibili o all’interno o all’esterno del veicolo

Inoltre è possibile che seggiolini e dispositivi anti-abbandono siano collegati allo smartphone del genitore con una app o tramite Bluetooth per inviare notifiche.

Facile è l’utilizzo di questi sistemi di sicurezza progettati per monitorare la presenza del bambino sul seggiolino dell’auto. Non compromettono le specifiche di omologazione dei seggiolini esistenti e sono conformi alle caratteristiche tecnico-costruttive e funzionali previste dal Decreto Attuativo della legge. 

I cuscini e i dispositivi anti-abbandono si installano facilmente, basta  posizionarli sul seggiolino ed infilare la fibbia della cintura di sicurezza attraverso lo slot del cuscino antiabbandono, poi seguire la procedura d’installazione scaricando e collegando l’apposita app. 

In caso di dimenticanza del bambino sul seggiolino, l’app invierà sullo smartphone un segnale luminoso e sonoro e invierà una richiesta di soccorso ai “numeri amici”. Le comuni batterie alimentano i dispositivi e la loro durata varia da uno a tre anni ed è di facile sostituzione.   

I dispositivi anti-abbandono in vendita nei 38 Centri Norauto in Italia, sono acquistabili anche online (https://www.norauto.it/Ricerca/anti-abbandono.)

I prezzi dei dispositivi variano dai 39,95€ di Trillo Pad, il cuscino anti abbandono per seggiolini auto, Baby Reminder e Chicco Easy Tech, ai 49,95€ del Digicom Tippy Smart Pad.

    Cara Amica, vuoi ricevere il nostro menu mensile e tutte le novità sulla gravidanza e il benessere di gravidanzafelice? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter!





    Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: