fbpx

Svezzamento: cosa devo sapere assolutamente?

Svezzamento: cosa devo sapere assolutamente?

Mi risulta sempre molto strano parlare di argomenti che per quanto mi riguarda sono i più naturali del mondo. è un po’ come spiegare ad un bambino che il pesce vive sotto acqua, che gli uccelli volano e che i serpenti strisciano ..eppure bisogna parlarne!

Come nell’allattamento materno anche lo svezzamento vive di strane credenze popalari, influenze mediatiche che portano i genitori a domandarsi sempre se stanno facendo la cosa giusta.

Seppur affermato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS)  l’allattamento al seno esclusivo per i primi 6 mesi di vita (OMS, 2008) come pratica di salute pubblica per tutta la popolazione mondiale per raggiungere crescita e sviluppo ottimali e, conseguentemente, l’introduzione di alimenti diversi dal latte solo dopo i 6 mesi, risulta sempre meno rispettata questa dichiarazione in quanto già nei primissimi mesi ( di solito 4 per l’esattezza) si inizia con  l’introduzione di alimenti complementari. Essendo il latte materno adeguato a coprire tutte le esigenze nutrizionali del bambino fino al 7-8 mese, anticipare l’introduzione di alimenti diversi dal latte è quindi tutto inutile.

Ma vediamo insieme cosa accade al bambino dopo il 6 mese di vita. Come ci spiega il pediatra Lucio Piermarini , autore di un fantastico libro “io mi svezzo da solo” , fino all’età di 6 mesi circa il bambino non è in grado di assumere alimenti che non siano latte materno e la ragione sta nel fatto che i processi di suzione del latte sono totalmente differenti da quelli che prevedono la masticazione e la deglutizione. Come primo punto fondamentale devono scomparire alcuni movimenti riflessi tipici dei bambini nei primi mesi, ovvero contrazioni e azioni involontarie dei muscoli. Sempre il dottor Piermarini spiega come durante la suzione la lingua si coordina con la mandibola muovendosi in senso antero – posteriore  permettendo la fuoriuscita del latte, il quale si accumula nella bocca e tramite un riflesso automatico da via alla deglutizione. Quando il cibo viene offerto con il cucchiaino questo si deposita nella parte anteriore e da li deve essere trasportato nella parte posteriore e provocare la deglutizione volontaria. Ma abbiamo appena spiegato che questi processi non possono avvenire prima dei 6 mesi motivo per cui, quando si prova a proporre al lattante qualcosa di diverso dal latte, il risultato sarà sempre lo stesso e cioè il bambino succhierà il cucchiaio e non attiverà mai la deglutizione volontaria. Il processo di perfezionamento di movimenti volontari in senso laterale tra lingua guance e mandibola arriva a compimento ai 12 mesi di età.

Dopo questo excursus passiamo a quelle che sono le domande che si pongono tutti i genitori  nell’atto pratico. Vi aspetto nel prossimo post

Ostetrica Martina Palmieri email martinapalmieri1989@gmail.com tel. 340-1598343 Pagina Fb Ostetrica Martina Palmieri .

Un pensiero su “Svezzamento: cosa devo sapere assolutamente?

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: